7 maggio 2017

Sull'amore, ma soprattutto dentro.

Gli amanti, Magritte
C’è un interesse in ciò che è nascosto e ciò che il visibile non ci mostra.
Questo interesse può assumere le forme di un sentimento decisamente intenso,
una sorta di conflitto, direi, tra visibile nascosto e visibile apparente.

R. Magritte




Questa sera ha una musica triste che le stringe il cuore, mentre, una ad una, gocciolano giù tutte le promesse che gli amanti non sono riusciti a mantenere.
L’amore, quello che serra il cuore fino a farlo scoppiare, è come una immensa grande promessa che mai sarà mantenuta, ma che non può che essere pronunciata.
Che si tagli la lingua!
Che si tappi la bocca!
Che si faccia tutto quel che si può per non far scappare le parole!
Il vano proposito annega nella sua ingenuità.
L’amore, quello che non si ha vergogna di raccontare, pronunciare, gridare, quello che fa dire: “Ti amo!”, che talvolta aggiunge qualche “o” e stringe la certezza che l’eco possa riempire il vuoto di una risposta mancata.
L’amore che ignora la pazienza, che non aspetta che il treno si fermi, che il taxi arrivi, che i piedi piantino l’ultimo passo.
L’amore che pensa di custodire in un bacio il più impenetrabile mistero e il più agognato tesoro.
L’amore che ingarbuglia le lenzuola, che accelera il respiro, che fa ridere come non mai o strappa il cuore senza rassicurare che si possa rammendare.
L’amore sussurrato alla luce di una luna che sa che quella, forse, è l’ennesima nuova bugia da velare.
L’amore che vive e vivifica, che muore e mortifica.
L’amore che è tutto ciò che si sa e che si ignora o quello che si ha la presunzione di sapere e non si vuole scoprire.
L’amore, quella promessa non mantenuta che due amanti stanno ballando su questa musica triste, con il cuore che gocciola tutto quello che non sono riusciti a mantenere.
In una sera in cui la primavera trasmuta nel più arido degli inverni.




[Una sera ho visto un bacio che sembrava tutto quello che ho detto e non detto dell’amore e mi sono chiesta se quella promessa sarebbe stata mantenuta. Non ho mai avuto una risposta. Non ho più dimenticato quella domanda.]